Nokia Home, recensione della camera di sorveglianza tuttofare

Nokia Home, recensione della camera di sorveglianza tuttofare

Nokia Home è l’occhio vigile per la casa, con in più lo stato dell’aria e uno speaker integrato

Che la nuova Nokia non si occupasse solo di smartphone era chiaro, ma l’acquisizione di Withings ha mostrato quella che sarà sicuramente uno dei mercati in cui vedremo il marchio svedese come protagonista: qualche giorno fa Macitynet si è occupato del nuovo Steel, lo smartwatch di Nokia, e oggi qui a Casaverde Smart esaminiamo Nokia Home, la videocamera di sicurezza.

Che poi definire Nokia Home solo una videocamera di sicurezza è riduttivo, considerato tutto quello che fa: l’attenzione alle intrusioni c’è, ma la piccola di Nokia fa anche molto di più, come tranquillizzare i bimbi, controllare lo stato dell’aria e dialogare con iPhone, Android e Apple TV.

Nokia Home

Nokia Home, la casa è roba mia

Nokia Home è piccola, tozza, come un piccolo puffo marrone tutto tondo e tagliato nella parte superiore, ma è molto leggera e facilmente posizionabile.

Tolta dalla scatola, per la prima installazione abbiamo collegato la camera alla presa energetica e al router via Ethernet, e abbiamo iniziato la configurazione tramite l’App per iOS e Android: dopo le fasi iniziali, in cui si comunica all’App chi siamo e dove siamo, il cavo Ethernet è diventato irrilevante e abbiamo lasciato che Nokia Home dialogasse con l’App via Wi-Fi (evitando così un cavo che in casa meno sono meglio è).

Nokia Home è costituta da un corpo centrale, dove risiede la camera vera e propria e una piccola base scavata magnetica, sulla quale è facile posizionare correttamente la camera: noi ad esempio l’abbiamo messa sopra l’armadio, e per puntare correttamente l’inquadratura abbiamo spinto il corpo all’indietro rispetto al centro del piatto, ma grazie al magnete la posizione è stata tenuta correttamente con una perfetta inquadratura dall’alto.

Nokia Home

Una volta finita l’installazione, abbiamo lasciato riposare Nokia home per circa 48 ore, durante le quali le funzionalità della camera hanno operato correttamente, ma uno degli aspetti che più ci incuriosiva, il rilevamento della qualità dell’aria, ha iniziato un esame che ha necessitato di due giorni completi.

Al termine di questo periodo il risultato è stato che in casa di chi scrive l’aria è abbastanza buona (il che, vivendo a Milano, è già un buon risultato) tranne nei momenti in cui abbiamo acceso l’aria condizionata, che Home non ha gradito (un consiglio che abbiamo registrato ma allo stesso tempo abbiamo scelto di non seguire).

In effetti l’analisi dell’aria integrato nella camera è un fattore interessante, che altri marchi propongono con apparecchi dedicati: il vantaggio è che in questo caso tutto è inserito nella stessa App, e che c’è un solo device in salotto, dove spesso troppe cose provocano pareri discordi in famiglia.

Attenta, ma con intelligenza

Inizialmente la diligenza dell’App nel riportare tutte le notifiche è stata seccante, e abbiamo scelto di disattivare i suoni per non dover guardare il telefono ad ogni squillo: c’è ovviamente il modo per silenziare la Cam, ma la paura di dimenticarlo poi ci ha fatto desistere.

Da notare che Nokia Home non possiede alcun software per il riconoscimento del volto, fattore che ci ha liberato dall’obbligo di doverla posizionare frontale all’entrata, ma allo stesso modo il software interno si è dimostrato intelligente non segnalando i movimenti del gatto quando comunque era l’unico in casa. Nelle preferenze dell’App si può intervenire per modificare la tolleranza dei movimenti, ma noi abbiamo preferito lasciare i parametri di default.

Nokia Home

I bimbi prima di tutto

Interessante notare come tra le funzioni incluse all’interno della camera molte siano specificatamente pensate per il mondo dei bimbi (e di riflesso anche a quello dei giovani genitori): la presenza di una piccola luce alla base della Cam permette alla stessa di essere usata come riferimento in una camera per bimbi.

Allo stesso modo il piccolo diffusore nella parte superiore può essere usato per suonare una piccola melodia, tra quelle preimpostate che aiuta i bimbi a rilassarsi e a magari a dormire (ma dipende molto dal bimbo), così come è possibile anche tenere premuto un pulsante nell’App e parlare, in modo che all’interno della camera ci sentano, anche se siamo a chilometri di distanza.

Funzioni accessorie, certo, unitamente al controllo dello stato dell’aria, ma che indicano che l’attenzione di Nokia per questo settore è molto alto, e che uno dei mercati più interessanti e promettenti in ambito smart è proprio quello dei bimbi, dove di solito non si lesinano investimenti.

 

Cloud

Per quanto riguarda l’utilizzo dell’App in una ottica più classica, Nokia Home non si fa mancare nulla: visione diurna e notturna, registrazione degli eventi nella memoria interna (sino a un giorno o poco più), connessione a internet e possibilità di visualizzare un breve riepilogo del giorno in pochissimi secondi.

La fotografia è fatta molto bene, con un angolo di visuale molto alto e, tra l’altro, una correzione software dell’obbiettivo Fisheye per correggere automaticamente le normali aberrazioni di prospettiva. Da sottolineare che tramite l’App possiamo anche ingrandire una parte dell’inquadratura per meglio visualizzare un dettaglio, con una interpolazione software ottimale.

All’interno dell’App è prevista anche la possibilità di utilizzare il cloud per la registrazione dei video, fattore che aumenta di molto la sicurezza, dato che in questo modo il contenuto dei video è reperibile anche se qualche malintenzionato ha messo fuori uso la telecamera.

Peccato però che questa funzione sia a pagamento, con solo un mese di prova gratuito: tra le cattive notizie possiamo segnalare anche il mancato supporto via browser, che avrebbe fatto comodo (ma c’è l’App per Apple TV).

In questa ottica, non mancano le segnalazioni per la messa offline e per il ritorno online.

Nokia Home

Considerazioni

Nokia Home si presenta come un ottimo prodotto: la giovane età del marchio, in questo settore, non traspare e anzi, l’alto numero di dettagli tra le funzioni fa pensare ad un investimento importante, che parte dall’acquisizione di Withings ma che guarda ben avanti al futuro.

Il mercato è pieno di prodotti simili a questo, ma se cercate una camera bella, discreta, facile da far funzionare e con molti servizi integrati Nokia Home è sicuramente uno dei profili migliori, ad un prezzo che tutto sommato è anche più convenienti di altri nomi più blasonati.
Purtroppo non si sa nulla della compatibilità con Homekit, prima segnalata come imminente e poi sparita dall’orizzonte. Vedremo nei prossimi mesi come si evolverà tecnicamente la questione.

Trovate Nokia Home in vendita nel sito ufficiale della casa madre a 199,95 Euro, oppure leggermente scontato anche su Amazon.it

 

[usrlist Design:4.0 Facilità-d’uso:4.0 Prestazioni:4.0 Qualità/Prezzo:4.0]

 

Pro:

  • Piccola e maneggevole
  • Controlla lo stato dell’aria
  • Molte attenzioni per i più piccoli

 

Contro:

  • L’uso del cloud è a pagamento
  • Niente riconoscimento del volto

 

Prezzo: 199,95 Euro